mercoledì 2 dicembre 2015

2001 primati laureati in amore platonico

Riemergo.
E' tempo di basta, ho un aneddoto che da troppi mesi giace nel cassetto.

Nella biblioteca dei pazzi di conservatorio un tizio telefona e ci prospetta il dono di una enorme collezione di CD di musica reggae, praticamente l'intera discografia completa dalle origini al 2013, maniacalmente curata dal padre appena morto del tizio.
Io e #colleghe ringraziamo e gioiamo della cosa, anche se in biblioteca abbiamo lo spazio libero che corrisponde più o meno alla capacità del cervello di [leghista a caso].

Poi passiamo il messaggio a #capo.

#capo: "hai detto musica reggae?"
"sì, l'intera discografia comple-"
"eh ma non so se riusciamo ad accettare il dono."
"... che peccato. Però in effetti lo spazio è poco... Magari chiamiamo qualche altra biblioteca e..."
"no no, è che è regghe"
"..."
"..."
"ma è musica anche il reggae, e questa è una biblioteca musicale"
"eh?"
"no, dico che è comunque mu-"
"beh adesso vediamo."
"..."

Dopo questo avvincente siparietto #capo - laureato in filosofia della musica, ndr - passa le successive 56 ore chiusa in ufficio ad ascoltare playlist di reggae, dub e sottogeneri su youtube, fra un saggio di questa roba* e un saggio di quest'altra*, aka [quello che direbbe Sborropippo al riguardo].
Il giorno dopo torna al front office tutta giuliva.

"#capo, come rispondiamo a #tizio per via di quel dono?"
"eh, ho ascoltato un sacco di quella musica."
"... e quindi?"
"ragazze, noi... Cioè. Nel senso. ... Insomma, è che noi discendiamo da Platone!!!"
"..."
"..."
"..."
"..."

Mentre la temperatura della biblioteca scende a livelli prossimi allo zero assoluto, una #collega vomita, il sole si spegne e lo scaffale (peraltro abbastanza fornito) dedicato a studi sulla popular music crolla uccidendo Debby lo scarafaggio-mascotte, #capo continua a fissarci giuliva.

"ma... anche il reggae è mus..."
"no no no no no, non fa parte della nostra cultura. No no no no no no. No no. No no no no. No no no [continua]"

Vi lascio con l'immagine di un'intera stirpe di discografici ska che penzola dagli alberi comprando specchietti colorati e urlando "zi badrone" agli opossum.
Meno male che ci siamo evoluti, noi platonici. Pensa se non lo facevamo.


______________________________
* premi f5.
Può causare dipendenza patologica

27 commenti:

  1. Pensa se avesse sentito gli oramai disciolti Pitura Freska ... :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo che si sarebbe ritirata in un monastero svedese, lì sì che sanno fare musica seria

      Elimina
  2. Ah ma quindi esiste anche il razzismo musicale? Beh, interessante da un punto di vista antropologico. La capacità indocranica rimane la stessa di [leghisti a caso], vedo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente sì.
      Poi buffa questa cosa "noi discendiamo da Platone", perché scusa quindi se il reggae no nemmeno Jimi Hendrix, nemmeno il blues, nemmeno il rock ma allora nemmeno i Beatles... E Platone da chi discendeva? Da se stesso eternamente? Che tenerezza.

      Elimina
  3. Una cosa inerente e una cosa che non c'entra nulla.
    La cosa inerente: Herbert Von Karajan era un appassionato di jazz. Magari ti può tornare utile...
    La cosa non inerente. Io seguo le tue vicende da anni; mi piace molto, più che non cosa, COME scrivi, mi dai l'idea di un pittore che va di pennellate veloci. Ecco, suggerimento: leva via l'età dal profilo. Il tempo passa, e anche se pure io vorrei avere ancora 30 anni, ahimé son passati...
    PS. può sembrare incredibile, ma ne ho conosciuto di leghisti degni che voi umani non potete nemmeno immaginare; c'è una certezza, però: non arriveranno mai a fare carriera ne mai li vedrete sui media.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh ma il jazz è "alto" - non si capisce perché, suppongo perché più una roba è difficile, per questa gente che compone musica contemporanea in modo 'esoterico' [nell'accezione peggiore del termine], cioè che meno gente la capisce e l'apprezza più pensa di valere, più acquista valore a prescindere.
      Il jazz ha valore senz'altro (io l'adoro), ma per qualche motivo se evocasse l'immagine Bob Marley con una canna (e non 4 compunti e seriosissimi strumentisti in camicia di raso al Blue Note) non discendebbe da Platone e allora niente, gnè, paccottiglia commerciale.
      Grazie per il messaggio, mi fa un piacere che non immagini.
      L'età non l'ho più aggiornata non per evitare di aumentare il numero, ma per la mia motivazione più classica di sempre (sono pigra). Cmq sì, potrei anche toglierla in effetti...
      A onor del vero conosco anche io qualche persona intelligente che era iscritta alla Lega: poi ultimamente però ne sono anche usciti.
      Grazie ancora :))

      Elimina
  4. Oddio, mi si è consumato F5 a furia di aggiornare :D:D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei già dipendente, lo sapevo. Love.

      Elimina
    2. PS:
      Forgotten Fruits: The post-structuralist concept of analysis in the music of Rorem

      Rebecca Kelly
      School of Dance, Women's Music Research Institute

      G. Linda Brinkmann
      Department of Art, Mt. Holyoke College

      1. Dominant romantic theory and pre-cultural nationalism

      "Physicality is culture," says Marx.

      Elimina
  5. Xenofobia e ipocrisia. What else?
    Con tutta quella «saggezza» e «filosofia» :/
    Ehhh già: mica avrete incominciato a pensare di potervi crogiolare nel meraviglioso environment tuttintornoavvoi, spero.

    Almeno servisse a preservare un po' di cultura, tutto sto razzismo borghese pantofolaro.
    E invece, tra qualche annetto littleitaly non esisterà più e saremo tutti (in)felicemente (dis)integrati in un tale marasma culturale che la distopica L.A. di BladeRunner ci sembrerà paradisiaca.

    Addio Debby. Non ci mancherai :']

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma esatto, almeno servisse.
      Che poi il colmo è che il dono l'ha accettato... Ha passato tutto il viaggio in auto a dire alla collega di "non promettere e non dire niente" (della serie mica siamo sceme, decidi tu, mica noi, ma vabbè), poi quando ha parlato con gli eredi del tizio si è entusiasmata e poi parlava della cosa come se fosse stata una stupenda idea sua.
      Da manuale.
      Per consolarci: https://www.youtube.com/watch?v=M7DqjyNGHJU

      Elimina
  6. La donna giusta, al posto giusto, nel momento giusto.
    Il meglio del meglio del meglio.
    "da Platone!!!"
    Della serie: "Terrorismo: cosa, chi, come, perchè".

    RispondiElimina
  7. Che tristezza! Un altro utonto travestito da capo da spianare. F.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente sì. Io più che spianarla la porterei in Grecia, in una zona molto poco popolata, e la lascerei lì in mezzo ai discendenti di Platone. Poi fra un paio di mesi vediamo

      Elimina
    2. Se poi i discendenti di Platone hanno una porcilaia, hai fatto bingo. 2 is meglio che uan :-). F.

      Elimina
    3. LOL. L'avranno senz'altro, sai come fanno i discendenti di Platone se imbastarditi dai bizantini eh

      Elimina
  8. Io non ho capito cosa direbbe Sborropippo

    Comunque: https://www.youtube.com/watch?v=6baNHt0-8lA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non lo so davvero, aspetta che googlo e controllo

      Taxman c'è da dire che comunque la rigiri funziona, eh

      Elimina
  9. ImpiegataSclerata4 dicembre 2015 14:26

    Ma la mamma non gli ha mai detto che "a caval donato non si guarda in bocca"? O forse glielo ha detto ma non gli ha spiegato che non voleva esattamente dire di non guardare nella bocca del cavallo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Probabilmente le ha detto: a caval donato non si guarda in bocca, a meno che il cavallo non sia africano, in quel caso non fidarti che poi ti crescono i rasta e ti droghi.

      Elimina
  10. Effettivamente noi discendiamo da Platone.
    Lei, dalla scimmia, direttamente.

    Anonimo SQ

    PS : gli imbecilli al potere, è il senso della nostra Italia. Sopra un certo QI (60 ?) non si può assurgere a ruoli dirigenziali.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esattamente, quella del QI è l'unica spiegazione.
      LOOOL.
      Bentornato :D

      Elimina
  11. Ora. capisco i gusti. capisco il razzismo musicale.. Cristo santo, se uno mi dice che gli piacciono i One Direction e non sa chi cazzo sono i Pink Floyd ma sono comunque dei "vecchi rincoglioniti", come minimo deve aspettarsi che lo torturi, lo uccida e lo mangi - e non necessariamente in quest'ordine (op. cit.)

    Comprendo pure che se hai studiato cose che sembrano noiose anche ad un melomane, o sei Trantor (ed allora te la cavi con una vena di innata follia) o sei il suo capo e diventi chiusa come una cozza (no, non ho parlato del mollusco cefalopode tetrabranchiato da cui hanno tratto le famose casse)

    MA, MA... se proprio hai studiato quella roba, come minimo devi avere avuto il supporto di qualche cannabacea contenente delta-9-tetraidrocannabinolo e PERTANTO devi avere un certo feeling con la musica Reggae.

    Quindi cara #CapadiTrantor "you had best square your ass away and start shitting me Tiffany cufflinks or I will definitely fuck you up!" (op.cit. n°2) - anche perchè qui ho vicino c'ho lo spettro di un certo Bob che dice di non aver avuto problemi a sparare ad uno sceriffo (ma non al vice) (semi-cit.), figurati ad un'oscura direttrice di biblioteca...

    In caso queste mie riflessioni nn impressionino #CapadiTrantor, dico a Trantor stessa di opzionare la donazione - io ho tanto spazio e nessuna paura di usarlo per contenere musica.
    [NDR: io intanto vado a cogliere un pò di insalata...]

    Seamus

    PS: I termini a più sillabe e gli opportuni riferimenti bibliografici sono stati inseriti in favore di #CapadiTrantor che altrimenti non avrebbe letto sino al fondo senza un pò di roba inutile e noiosa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sembrano è la parola chiave!
      La noia sta nella fuffa. In questa immensa, immonda fuffa che in #ateneo reso celebre da Umberto Ego dilaga (non ovunque, ma dilaga). Cazzo, meno fuffa e più mani negli archivi in mezzo ai piccioni a trascrivere musica vera porca puttana, che poi finisce così, a zi badrone. Vabbé scusa lo sfogo da associazione di categoria (in Italia siamo in 5)

      Il primo cit. intendi Luttazzi o c'è qualcosa di precedente che mi sfugge? (essendo Luttazzi ci sarà senz'altroAHAHAHA, ma lo amo lo stesso)

      Elimina
  12. Iddio ma che volete anche la musica reggae in quella biblioteca? Poi incomincerete a drogarvi pure, eh?
    Certo che non vi si può lasciare soli un attimo che mi dite sì al primo squilibrato che tenta di rifilarvi una collezione di musica reggae. Ma veramente, io non so dove andremo a finire di questo passo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai come sono i bibliotecari! Sniffano la carta e da lì alle canne si fa prestissimo. Poi con tutta la polvere tagliamo anche la droga, è molto facile, si impara dai più anziani. bacio.

      Elimina